CERSAIE 2019, un buon successo di pubblico, soprattutto straniero, per la fiera internazionale dedicata alla ceramica e all’arredobagno più interessante. Oltre 100mila visitatori nella rinnovata fiera di Bologna con 2 padiglioni supplementari appena completati.

Tra i protagonisti dell’esposizione bolognese troviamo sicuramente Huber Cisal Industrie, con uno stand molto interessante nel quale hanno fatto mostra le ultime linee immaginate dal gruppo con sede sul Logo d’Orta.

Il Cersaie  è una fiera sempre importante – spiega Alberto Huber – un appuntamento storico che si ripete ogni anno, un occasione per avere una continuità di contatto con i nostri partner in tutto il mondo, con un target sempre sulla parte decorativa dell’ambiente bagno e con con dei prodotti che sono adatti aa un gusto di decorazione e di ricerca, sia stilistica che di cromatismi che di design nuovi. E’ secondo questo concetto che abbiamo organizzato l’esposizione dei prodotti nel nostro stand.

Un’esposizione che ha compreso anche i prodotti di punta dei due marchi, Huber e Cisal.

Noi sviluppiamo e coltiviamo due marchi ben distinti – continua Alberto Huber – il marchio Cisal, per cui penso che il prodotto di punta sia VITA, la linea disegnata da Karim Rashid, con una ricerca stilistica e di cromatismi molto interessante e per il marchio Huber che è un marchio più giovane e più tecnico sicuramente Harlock, che è personalizzabile e configurabile, che dà ai progettisti e ai consumatori finali la libertà molto larga di scegliere il proprio rubinetto e non un prodotto “generico”.

E proprio di Vita e dell’ispirazione che ha guidato il processo creativo del designer di livello mondiale Karim Rashid che ci ha parlato lo stesso progettista, che è stato presente al Cersaie per incontrare e salutare l’azienda.

L’ispirazione che ci ha descritto, per la linea VITA è essenzialmente quella di un ritorno a forme naturali e morbide.

Sai – spiega il geniale world class designer – la natura, noi la stiamo combattendo da 3mila anni, dalle piramidi. Le linee diritte non esistono in natura, il mondo non vuole una cosa come un angolo o uno spigolo. Il mondo è come un ventre materno, come una gabbia. Noi siamo nati da un ventre materno e la natura è una nostra estensione ovvia. Noi siamo come la natura, siamo soffici, fragili, esattamente come lei. Quindi perchè facciamo il nostro mondo così pieno di spigoli e di durezza?

Poi il designer prosegue a raccontare la sua collaborazione con HUBER CISAL Industrie.

Stupendo – spiega Karim Rashid – li adoro, sono una grande azienda, super. Nella mia carriera ho capito che è sempre molto stimolante lavorare con gli italiani. E’ che c’è una passione dentro, una visione, gli italiani vogliono fare qualcosa di nuovo. Per un designer, io devo fare un qualcosa di nuovo, quindi perché faccio design?

Ma le novità di Huber Cisal Industrie non sembrano fermarsi qui. Curiosando abbiamo notato la presenza di diversi prototipi esposti. Cosa vuol dire?

Di fatto – conclude Alberto Huber – noi svolgiamo una fiera principale ogni sei mesi e ogni fiera è l’occasione di fare una preview su dei prodotti nuovi. E’ anche questo il caso di bologna con una ricerca più nuova verso linee più raffinate che si vedrà con maggiore chiarezza al Salone del Mobile / Salone del Bagno di Milano di questa primavera.

The following two tabs change content below.
Gianluca Orrù è scrittore, giornalista, produttore televisivo. Presidente di Tekla Television, fondata nel 2008, è alla quotidiana ricerca di belle storie da raccontare. Si appassiona di qualsiasi cosa abbia un minimo contenuto tecnologico, artistico, enogastronomico. Tifa per il Made in Italy e gli piacciono le cose difficili.

Commenti dalla Rete

Pin It on Pinterest